pianosa

PUBBLICAZIONI DELL'ASSOCIAZIONE

Essendo considerevolmente aumentato l'interesse per Pianosa, soprattutto in questi ultimi anni, è nata in alcuni soci dell'Associazione l'idea di raccogliere i documenti in loro possesso e riunirli, offrendo all'appassionato di Pianosa, ma anche al semplice curioso un escursus storico esauriente, collegandolo ai grandi avvenimenti storici dei quali l'isola è stata semplice spettatrice. Nasce così il volume "L'isola di Pianosa. La storia", Livorno, Ed. Debatte, 2001 (collana "il mare, le isole")

copertina del libro l'isola di pianosa


Fausto Armando Foresi
Fausto Armando Foresi nato a Porto Azzurro il 26 maggio 1957, ha vissuto a Pianosa fino al 1971, quando la famiglia Foresi, pianosina da quattro generazioni lasciò l'isola. Autore del libro "Il porto di Pianosa dall'epoca romana a oggi" pubblicato nel 1999, è socio fondatore della "Associazione per la Difesa dell'Isola" di Pianosa" e della picola cooperativa "Amicolibro". Da 7 anni per conto della Associazione, conduce ricerche di carattere bibliografico, fotografico e documentale in genere. Ha collaborato alla stesura di quattro tesi di laurea, ha partecipato alla organizzazione e allestimento di sette mostre fotografiche multimediali sulla storia e la vita di Pianosa, e organizzato tre gite scolastiche, quando ancora la colonia penale era attiva. Il suo grande desiderio è rivedere un giorno la "sua isola" così come l'ha conosciuta da ragazzo, piena di vita, dove i tristi volti di chi vi era costretto a vivere si mischiavano a quelli di chi, per libera scelta, era felice di risiedervi.

Paolo Piga
Paolo Piga è nato a Portoferraio nel 1963 e abita a Porto Azzurro. Laureato in Lettere Moderne all'Università di Firenze con una tesi sul Futurismo. E' socio fondatore della piccola cooperativa "Amicolibro". Appassionato di storia in generale, collabora attivamente con l'Associazione per la difesa dell'isola di Pianosa, ha svolto un'accurata ricerca sulla storia dell'isola, dalla quale è nato poi questo testo.


...

Le ricerche condotte in questi anni hanno permesso al segretario dell'Associazione Fausto A. Foresi di raccogliere materiale di grande interesse che in parte è stato inserito nel volume di recente pubblicazione: Il Porto di Pianosa. Dall'epoca romana a oggi, Pisa, Ed. Nistri-Lischi, 1999 (collana "Il Tagliamare" num. 55)

copertina del libro il porto di pianosa

immagine tratta dal libro il porto di pianosa
"Il porticciolo più bello del mondo"; così osservava Mauro Mancini sulle pagine disegnate del suo Navigare Lungocosta a proposito del porto di Pianosa. Questo volumetto presenta una indagine storica per esplorare le vicende di questo approdo toscano sconosciuto ai più (l'isola è stata inaccessibile fino a poco tempo fa, a causa del carcere di massima sicurezza che ospitava). Uno straordinario corredo di fotografie d'epoca, di mappe e di documenti storici, invoglia tutti gli appassionati di mare, di isole e di storia a visitare questo angolo semisconosciuto dell'Arcipelago toscano.

Fausto Armando Foresi
Fausto Armando Foresi, attivissimo membro della Associazione per la Difesa dell'Isola di Pianosa, proviene da una famiglia che ha vissuto sull'isola per più generazioni, fatto che lo ha incuriosito e stimolato, oltre che facilitato, nell'intraprendere questa ricerca storica. L'autore vive oggi a Livorno, e continua con energia a battersi per la salvaguardia e la valorizzazione della "sua" isola.





...

Con questo terzo lavoro, abbiamo cercato di dare delle risposte alle centinaia di domande che durante le visite alle mostre ci venivano rivolte: abbiamo dato un nome a ogni casa, a ogni strada e a ogni località, unendo le conoscenze acquisite dalle ricerche cartografiche e bibliografiche, ai ricordi dei vecchi abitanti. Il volume è arricchito da 87 immagini a colori, e, sempre a colori, di una fotografia aerea di cm. 50 x 60 che riproduce interamente l'isola, sulla quale sono riportati quasi tutti i nomi del testo. Un piccolo volume nelle dimensioni di grande utilità per tutti coloro che vogliono visitare e conoscere Pianosa.

copertina del libro pianosa


Monica Colombo e Fausto Foresi, PIANOSA: uso destinazione e nomi delle strutture principali, delle località costiere, interne e delle strade, Pontedera, maggio 2002, Edizioni AMICOLIBRO, tip. Bandecchi e Vivaldi.

Fausto Foresi Monica e Fausto sono sposati da dieci anni e con due figli, Giacomo e Andrea. Lei è milanese, nata a pochi metri dal Duomo più conosciuto d'Italia e laureata in Lettere, mentre lui è pianosino da cinque generazioni con Diploma in Educazione Fisica. Sembra non possano avere niente in comune, invece, come in molte fortunate circostanze accade, lei ha spinto lui alla passione per la ricerca, e lui le ha trasmesso l'amore per quell'isoletta a molti sconosciuta.

Monica Colombo
Finalmente, sono riusciti a firmare insieme un piccolo libro, il terzo della Associazione Per la Difesa dell'Isola di Pianosa, il secondo pubblicato dalla Amicolibro, una Associazione e una Piccola Società Cooperativa, della quale entrambi sono soci sin dai primi giorni della loro costituzione.







...

È questo un testo scientifico, a cura del Prof. Carlo Tozzi dell'Università di Pisa e del Prof. Michel Claude Weiss dell'Università della Corsica, che illustra attraverso i contributi di numerosi collaboratori i rapporti tra Toscana e Corsica nella preistoria. Un libro di non facile lettura, ma la quantità di notizie e immagini riguardanti Pianosa è tale e tanta che a pieno diritto, vogliamo inserirlo tra quelli da noi segnalati. È senz'altro una pubblicazione indispensabile per chi vuole profondamente conoscere un territorio, e per chi è appassionato di archeologia. Pianosa conserva più che in ogni altra parte d'Italia la più alta concentrazione di siti preistorici databili tra il 4.000 e 2.000 a.C.. Carlo Tozzi, che ha curato e seguito gli scavi su Pianosa, socio anch'egli della nostra Associazione, a pieno merito deve essere considerato fra coloro che si adoperano per la valorizzazione della nostra isola, e con questa pubblicazione, alla quale ha partecipato la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana, rende pieno merito alla grandissima importanza della storia antica e non scritta di Pianosa.

copertina del libro del prof. Carlo Tozzi retro del libro del prof. Carlo Tozzi


UNIVERSITE DE CORSE-UNIVERSITA' DI PISA
LES PREMIER PEUPLEMENTS OLOCENES DE L'AIRE CORSO-TOSCANE
IL PRIMO POPOLAMENTO OLOCENICO DELL'AREA CORSO-TOSCANA
a cura di Carlo Tozzi e Michel Claude Weiss
Unione Europea
Interreg II Toscana - Corsica 1997 - 1999
Asse 4.2 - Cultura Uomo Società
EDIZIONI ETS

Ceramica impressa dall'isolotto della Scola - Pianosa
(foto Soprintendenza Beni Archeologici per la Toscana)








...

copertina del libro pianosa, cent'anni di fotografie


Finalmente ci siamo riusciti. E' stato l'impegno editoriale senz'altro più importante affrontato fino a ora. Molto amato da chi rivede nel libro i posti e gli amici con i quali ha condiviso l'esperienza pianosina, ma anche apprezzato da chiunque, sfogliandolo, capisce perché, una volta conosciuta, è difficile scordarsela. E' un libro fotografico con tutti i testi e didascalie tradotti anche in Inglese e Tedesco. Si completa di 180 pagine in buona parte a colori in formato 22x29, è diviso in 4 sezioni: il porto, il paese, le persone e gli avvenimenti legati alla vita del carcere; presenta 400 immagini scelte tra le circa 1400 dell'archivio fotografico della Associazione disposte prevalentemente in ordine cronologico, partendo dalle più antiche risalenti alla fine dell' '800. Ogni sezione è introdotta da testi dell' '800 e dei primi del '900. Non può essere considerato solamente una raccolta di immagini, ma anche un libro storico, che ripercorre le vicende e le tradizioni degli ultimi cento, e poco più, anni di vita sull'isola.

Giuseppe Mazzei Braschi, Fausto Foresi, PIANOSA CENT'ANNI DI FOTOGRAFIE: Pontedera, luglio 2004, Edizioni AMICOPARCO, tip. Bandecchi e Vivaldi.

Nel dicembre 1994, un piccolo gruppo di pianosini si ritrova dall'allora Ministro dell'Ambiente, On. Altero Metteoli, manifestando la volontà di voler fare qualcosa per Pianosa, per potervi ogni tanto tornare, e per far conoscere le problematiche di un'isola ai più sconosciuta.
Nasce l'Associazione per la Difesa dell'Isola di Pianosa.
Tra i presenti di quel giorno, Giuseppe Mazzei Braschi e Fausto Armando Foresi si sono presi l'onere e l'onore di guidare l'Associazione nel cammino fino a ora intrapreso, un cammino inizialmente difficile, ma che valeva la pena percorrere. Questo libro ne è la dimostrazione.







...

copertina del libro la mia pianosa


Si tratta di una raccolta di 4 poesie scritte nel giugno 1976. In esse l'autore, Enrico Foresi, che si trova distante da Pianosa, sia nel tempo, sia nello spazio, insegue i suoi ricordi, scorrendo dal passato più remoto al passato più recente. Recupera questa memoria con il ricordo del padre, della sua gente, della sua casa, della sua terra, con la coscienza, purtroppo, che per sé e per la sua famiglia non sarà più possibile tornare indietro: rivede tutte quelle immagini che hanno caratterizzato il suo passato e ogni verso sembra pervaso di malinconia e di dolore.
A conclusione del piccolo fascicolo, oltre a 19 fotografie, sono riportate 6 caricature, ovvero i bozzetti di scena con i nomi degli interpreti delle commedie che Enrico scriveva con l'aiuto della sorella Anna. Sono i ricordi di un uomo che amava la sua terra. Forse più di altri ha saputo descriverli ma sono tanti quelli che possono identificarsi con lui, con l'idea della famiglia, della casa, della terra natale.

Enrico Foresi, LA MIA PIANOSA: Pontedera, giugno 2004, Edizioni AMICOPARCO, tip. Bandecchi e Vivaldi.

Enrico Foresi nasce a Pianosa il 1° dicembre 1923, si sposa a Pianosa con Maria Toti il 26 luglio 1953 e muore a Campo nell'Elba il 3 agosto 1980. Ha carattere estroverso, allegro, sempre disposto allo scherzo e con due grandi passioni: la pittura e la scrittura. Anche se perfettamente integrato nella città di Livorno, nella quale trascorre la maggior parte della sua vita, non smette mai di pensare alla sua Pianosa, tornandovi ogni qual volta se ne presenti l'occasione. Nel 1971, la madre con zia Wanda e il fratello Enzo lasciano definitivamente Pianosa, se non per tornarci sporadicamente fino al 1975, anno in cui muore zia Wanda, che non verrà sepolta a Pianosa, ma a Campo nell'Elba. La sua famiglia dopo più di 120 anni ha quasi perso ogni legame con Pianosa.




...

copertina del libro pianosa, un'isola da difendere


Definire Pianosini due fiorentini come Paolo Notarbartolo di Sciara e Alessandro Olsckhi è solo apparentemente difficile. Già il padre del primo negli anni Quaranta era un assiduo frequentatore di Pianosa, e per Paolo e il fratello Franco non fu difficile, sessant'anni or sono, innamorarsene, fino al punto da coinvolgere in questa passione Alessandro Olsckhi, noto Editore fiorentino e Presidente del Gruppo Ricerche Scientifiche e Tecniche Subacquee di Firenze. Insieme e per primi, nel 1970, avanzarono la proposta, poi accolta nel 1979, di un Parco Marino per Pianosa, avviando varie campagne di ricerca e studi sia di carattere ambientale che storico culturale. In questa video cassetta sono riportate immagini di una Pianosa abitata, coltivata e viva, immagini terrestri, subacquee e vedute aeree di carattere ambientali e archeologico, comprese le Catacombe prima del recente restauro. Sia Paolo che Alessandro sono soci della Associazione per la Difesa dell'isola di Pianosa dal primo anno della sua costituzione, e hanno assiduamente collaborato, incoraggiato e partecipato a ogni iniziativa tesa alla conoscenza e alla salvaguardia di Pianosa.

Paolo Notarbartolo di Sciara, PIANOSA: UN'ISOLA DA DIFENDERE
Gruppo Ricerche Scientifiche e Tecniche Subacquee di Firenze
Testo di: Alessandro Olschki
Consulenza scientifica: dott.ssa Silvia Ducci, Soprintendente beni archeologici della Toscana
Musica composta e diretta da Rimauri

Il suo isolamento e la particolare conformazione geografica, ne hanno favorito l'utilizzo come isola-prigione e, infatti, da circa un secolo, questa è la sua destinazione. Per evidenti motivi di sicurezza, è sempre stata oggetto di un'attenta sorveglianza, accompagnata dal divieto di navigazione. Ciò ha costituito, in pratica, una efficacissima protezione per un ambiente marino e terrestre, che hanno caratteristiche del tutto particolari, e ha permesso di preservare gli importanti reperti archeologici del suo interno come le Catacombe, i resti della Villa di Agrippa e le testimonianze della civiltà neolitica.


...

copertina del libro preistoria e protostoria dell'area tirrenica


È il secondo volume a cura del Prof. Carlo Tozzi dell'Università di Pisa e del Prof. Michel Claude Weiss dell'Università della Corsica, con il quale vengono approfondite le conoscenze e le ricerche condotte a Pianosa in località Cala Giovanna.

Anche questo, come il primo, è un libro molto tecnico. Al suo interno ben più di 100 pagine e 10 tavole a colori sono dedicate a Pianosa.

UNIVERSITE DE CORSE-UNIVERSITA' DI PISA
PRÉHISTOIRE ET PROTOHISTOIRE DE L'AIRE TYRRHÉNIENNE
PREISTORIA E PROTOSTORIA DELL'AREA TIRRENICA
a cura di Carlo Tozzi e Michel Claude Weiss
Unione Europea
Interreg III A Francia-Italia "isole" Toscana - Corsica - Sardegna
Asse III -scambi trasfrontalieri
2007 FELICI EDITORE






...

copertina del libro pianosa


È il nostro sesto libro, e mai come in questo caso si può dire nostro.
La quasi totalità delle foto sono state scattate dai soci della Associazione. Durante i turni di presenza alla mostra, nel tempo libero, abbiamo cercato di strappare qualche ricordo con delle semplicissime "macchinette" digitali. Poi tutti hanno messo a disposizione le proprie foto, e così, partendo da ben più di 2000 immagini, siamo arrivati a selezionarne 170. Pochissimi testi, solo 37 note esplicative per le immagini più particolari e in ogni pagina una piccola immagine di Pianosa con indicata la località fotografata.
Lo abbiamo impostato come un viaggio nell'isola, ripercorrendo tutta la costa con partenza dalla spiaggia di Cala San Giovanni, in senso antiorario, fino al porto, per poi entrare nel paese e nell'interno. Le ultime 20 pagine sono dedicate ai siti archeologici più noti e importanti.
120 bellissime pagine per un isola da sogno.

 

 

A cura della Associazione per la Difesa dell'Isola di Pianosa

Foto:
Archivio Associazione per la Difesa dell'Isola di Pianosa
Mauro Bisti
Gianfranco Liberti
Un particolare ringraziamento per le foto aeree al sig. Guido Alberto Rossi, titolare dell'agenzia TIPS di Milano
Bandecchi & Vivaldi, 2007 Pontedera






...

il cd dell'isola di pianosa

Dopo aver stampato il libro di foto a colori, e avendo tutto il materiale in formato digitale, è stato immediato il desiderio di creare un CD.

Questo inizia con una foto aerea di tutta l'isola con sopra tanti pallini rossi. A ogni pallino corrisponde una località o una struttura che secondo noi merita di essere vista e ricordata.
Basta cliccare sul pallino e si apre una sequenza di immagini di quella particolare zona.
Sono 63 le località che abbiamo pensato di fotografare e le abbiamo descritte con circa 500 immagini tutte a colori e recenti.
Le foto le hanno messe a disposizione tutti i soci, e alcuni professionisti.

Le realizzazione del CD è stata affidata a una giovane socia, Giulia Mazzei Braschi.






...

copertina del libero archeologia a pianosa

In questo volume è riportata quasi tutta la conoscenza archeologica di Pianosa. Tre tra i maggiori studiosi che si sono occupati di Pianosa ci offrono la possibilità di sapere tutto ciò che fino a ora è stato scoperto e detto sull'antica storia dell'isola.

Si tratta di una copia anastatica di 95 pagine con due tavole a colori, tratta da:

Rendiconti - III serie, Vol. LXXIV. Anno Accademico 2001-2002, Edizione:2002 Collana: Rendiconti - III serie, Casa Editrice: Pontificia Accademia Romana di Archeologia

I tre capitoli sono così suddivisi:

1° S. Ducci, Sanna Randaccio, "La preistoria dell'isola di Pianosa alla luce delle recenti scoperte"

2° G. Pisani Sartorio, "Teatri in villa: L'esempio di Pianosa"

3° G. Bartolozzi Casti, "Indagini archeologiche nella catacomba di Pianosa"









...

copertina del libro le colonie penali nell'arcipelago toscano

Un volume importante per chi vuol conoscere il motivo, le modalità e il contesto storico nel quale sono nate le colonie penali in Italia e in particolar modo nell'Arcipelago Toscano.

Ben volentieri, come Associazione, abbiamo offerto alcune delle nostre immagini all'amico Alfredo, così da arricchire un libro, già di per sé completo nel testo, per conoscere Pianosa, Capraia e Gorgona.
E' la prima pubblicazione che tratta questo argomento, e è utile e interessante non solo per esperti o amanti del diritto, ma per chi, attraverso documenti, regolamenti e leggi vuole sapere come si è passati dalle colonie penali agricole, al carcere di massima sicurezza.

Alfredo Gambardella, nato a Prato nel febbraio del 1981, laureato in giurisprudenza all'Università di Firenze (testi: Sociologia del diritto). Ha svolto volontariato presso la casa Circondariale La Dogaia di Prato. questo volume vuole essere un omaggio al nonno Alfredo Gambardella senior, ottantaseienne, che è stato uno degli ultimi direttori delle Colonie penali di Capraia e Pianosa.

 

 

 

 






...

Planasia, un'isola da scoprire DVD "Planasia, un'isola da scoprire".

30 minuti di proiezione risultato di due anni di riprese e trenta ore di "girato", in alta definizione, sull'isola di Pianosa. Ennio Boga, fotografo e filmaker naturalistico nonché nostro socio, Afferma: "Questo documentario è un atto dovuto nei confronti di un luogo di bellezza straordinaria".
Paolo Fioratti co-regista del documentario ha dichiarato: "Dopo tanti anni di attività giornalistica ed editoriale a livello internazionale" "Ho riscoperto le emozioni dei miei primi anni di attività".

Sono immagini spettacolari dell'isola piatta, storiche e ambientali, delle quali molte aeree, e subacquee.
Un video talmente bello che anche la parte più decadente dell'isola appare spettacolare.