pianosa

ABITARE A PIANOSA: IL SOGNO SVANISCE. LA REGIONE FINANZIA UN BORGO NELL'ARETINO

Il Tirreno, 23 febbraio 2022

Abitare a Pianosa: il sogno svanisce.La Regione finanzia un borgo nell'aretino.
Montauti annuncia lo stop al progetto di ripopolamento
"Non ce l'abbiamo fatta, ma noi ci abbiamo creduto"

Il sogno dei novelli Robinson Crusoe a Pianosa è svanito. La Regione non finanzierà il progetto di ripopolamento dell'isola piatta "Pianosa Rebirth" con le risorse del Pnrr. La scelta dell'ente regionale è ricaduta su un piccolo borgo dell'aretino, nello specifico Castelnuovo in Avane, che potrà contare su 20 milioni di euro per dare gambe a un progetto che servirà per ridare vita al centro abitato. E' stato il sindaco del Comune di Campo nell'Elba Davide Montauti ad annunciare la fine della corsa.

"Pianosa non ce l'ha fatta - ha spiegato il primo cittadino campese - e non sarà il borgo prescelto dalla Regione Toscana come il progetto pilota che potrà godere dei 20 milioni di euro del Pnrr. Noi però ci abbiamo creduto e nonostante i soli dieci giorni di tempo che avevamo a disposizione per elaborare la nostra proposta ci siamo candidati con "Pianosa Rebirth".

Il progetto è nato dalla volontà e dal lavoro di un sindaco architetto coadiuvato da due volontari. Nessun incarico e nessun lavoro in più per gli uffici". Eppure l'ipotesi di una Pianosa più viva era piaciuta a tante persone, come documentato dal Tirreno, che avevano fatto domanda dichiarandosi disponibili a cambiare vita, scegliendo di abitare sull'ex isola del Diavolo. Il ritorno di una comunità residente dopo decenni dalla chiusura del carcere di massima sicurezza. Uno scenario diverso, su un'isola che è diventata un gioiello del Parco nazionale e adesso è aperta, seppur in maniera contingentata, al turismo. L'ipotesi, di fatto, si è spenta sul nascere.

Abitare a Pianosa: il sogno svanisce

Anche se il sindaco annuncia come il sogno non sia svanito del tutto. "Non abbiamo perso anche se Pianosa Rebirth non sarà il progetto pilota - spiega il sindaco in una breve nota pubblicata sulla propria pagina facebook - Lo dimostrano le centinaia di mail e telefonate che in questi giorni sono arrivate per supportare la nostra idea e l'interesse mediatico che ha suscitato il progetto".

Il primo cittadino del Comune di Campo nell'Elba non risparmia una nota polemica. "Peccato - dice - non aver avuto a fianco il supporto degli altri sindaci elbani, il plauso delle associazioni di categoria e di aver oltretutto dovuto subire l'attacco immotivato di un consigliere di minoranza (il riferimento è al capogruppo di "Scelta di Campo" Giancarlo Galli ndr). Nonostante questo andremo avanti con coraggio e coerenza portando avanti la nostra battaglia per salvare Pianosa. L'isola è un patrimonio unico al mondo ed è un nostro dovere salvarlo e tutelarlo per le generazioni che verranno dopo di noi".

torna indietro