pianosa

PIANOSA, AL VIA I PRIMI SONDAGGI PER L'ACQUEDOTTO

Quinewselba, 18 febbraio 2022

Pianosa, al via i primi sondaggi per l'acquedotto.
Si tratta delle prime operazioni per la realizzazione di un pozzo necessario per il rifacimento dei servizi idrici sull'ex isola carcere.

Sono iniziate ieri le operazioni che porteranno alla realizzazione di un pozzo per uso idropotabile a Pianosa. Lo fa sapere il Comune di Campo nell'Elba, nella cui competenza territoriale ricade l'ex isola carcere.

E' questa la prima azione concreta realizzata grazie al Protocollo d'intesa che fissa tempi e modalità per il rifacimento dei servizi idrici sull'isola. L'accordo è stato firmato a metà dicembre dal Comune di Campo nell'Elba, l'A.S.A Spa, l'Autorità idrica Toscana, il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano e il Provveditorato dell'Amministrazione penitenziaria.

sondaggi per l'acquedotto

"Siamo in una fase operativa e stiamo realizzando un sondaggio geognostico con recupero totale dei materiali di perforazione - spiega il Professor Luca Foresi del Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell'Ambiente dell'Università di Siena -. I dati che si acquisiranno con questa prima indagine serviranno a programmare, con maggiore precisione, l'operazione successiva che consisterà nella realizzazione di un pozzo a sostegno della risorsa idrica dell'isola nel prossimo futuro".

Questi primi interventi sull'isola, come spiegano dall'amministrazione comunale, rappresentano anche un'occasione unica per implementare le conoscenze geologiche di Pianosa.
"L'acqua dolce e per giunta potabile, in una piccola isola - ricorda Foresi - è un bene molto prezioso e Pianosa è unica nell'Arcipelago Toscano a disporre di questa risorsa. Il suo sfruttamento però va gestito con estrema attenzione".

sondaggi per l'acquedotto

In queste ultime settimane l'Amministrazione campese ha candidato il suo progetto "Pianosa Rebirth" alla Regione Toscana per partecipare alla selezione di un progetto pilota per un borgo abbandonato e da ripopolare che sarà finanziato con 20 milioni di euro grazie ai finanziamenti del PNRR e tra i 21 interventi proposti alla Regione nel progetto c'è anche la realizzazione dell'acquedotto.

"E' chiaro che se arrivassero i soldi del PNRR il piccolo borgo di Pianosa potrebbe davvero rinascere - spiega il Sindaco Montauti - ma rimanendo con i piedi per terra devo dire che i lavori di questi giorni rappresentano un passo avanti concreto per il quale abbiamo lavorato alcuni anni. L'accordo ottenuto con la firma del protocollo è la base per costruire progetti seri e concreti su Pianosa e queste prime ricerche sono la dimostrazione di una volontà condivisa. L'acqua è una risorsa fondamentale senza la quale non possono essere concretizzati altri progetti di sviluppo per l'Isola".
Le operazioni di perforazione sono effettuate dalla Ditta Mesa S.r.l. che ha ricevuto l'incarico dall'Amministrazione campese e a seguire le operazioni sul campo ci sono i ricercatori CNR dell'Istituto di Geoscienze e Georisorse di Pisa, del Dipartimento di Scienze Fisiche, della Terra e dell'Ambiente dell'Università di Siena e del Dipartimento di Scienze della Terra dell'Università di Pisa, che da anni si occupano della geologia dell'isola e delle sue risorse idrogeologiche.

torna indietro